Welfare aziendale cos’è e perché è importante?

Si parla sempre più spesso di welfare aziendale, ma cosa si intende con questo termine?

Si tratta di una vera e proprio promozione della qualità della vita in azienda, non solo degli stessi lavoratori ma sempre più frequenti sono le iniziative che coinvolgono anche i parenti dei dipendenti.

Tale politica è finalizzata all’aumento motivazionale con conseguente incremento delle performance dei lavoratori.

È molto importante sentirsi parte della realtà aziendale, ma quali sono le ragioni che spingono i dipendenti a rimanere legati alla propria azienda?

Sicuramente i benefits aziendali rappresentano un incentivo molto importante e da non sottovalutare.

Un ambiente di lavoro gratificante influisce notevolmente sul benessere mentale e fisico dei lavoratori e, di conseguenza, sulla resa lavorativa globale.

Il sistema di Welfare aziendale è diventato ormai uno dei primi aspetti da tutelare nel contesto lavorativo,

Sempre più frequente è l’utilizzo dei Ticket Restaurant che consentono pause pranzo in compagnia dei colleghi nel ristornate o al bar con notevole libertà di scelta e, contemporaneamente, all’azienda di realizzare un forte risparmio.

I Ticket Restaurant possono essere di due tipi, cartacei o elettronici.

I primi vengono raccolti in carnet e consegnati presso l’esercizio convenzionato al momento dell’utilizzo. Mentre i buoni elettronici sono spendibili portando con se il tesserino o app dedicata sul quale è caricato l’importo dei buoni mensili. Vi è inoltre la possibilità di cumulo fino a un massimo di 8 buoni pasto.

Con la Legge di Stabilità del 2015 è stata elevata la soglia di esenzione da oneri fiscali e previdenziali per i buoni pasto elettronici fino a 7 euro mente costante è rimasta quella dei buoni pasto cartacei (5,29 euro). Si aggiunge la deducibilità completa del benefit dei buoni pasto cartacei ed elettronici quando sono acquistati per il personale!

I buoni pasto rappresentano un vantaggio non solo per l’azienda ma anche per i liberi professionisti con una deducibilità, rispettivamente, del 100% per le prime e del 75% per i secondi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *