Sushi: una pausa pranzo con stile

Le origini del Sushi

Negli ultimi anni, la cucina giapponese si è inserita sempre più velocemente nella nostra dieta, tanto da diventare parte della nostra routine culinaria. Oggigiorno, nelle città, in particolar modo al nord, piuttosto che chiedere ad un amico o ad un partner di prendere una pizza, è sempre più frequente la richiesta di andare in un ristorante giapponese, magari un “all you can eat”, per mangiare sushi.

Il sushi è un piatto cinese, importato in Giappone nell’800 grazie alla vendita per strada di fettine di pesce crudo appoggiate sopra a bocconcini di riso aromatizzati all’aceto. Inizialmente venduto su delle bancarelle, oggi è diventato un punto di riferimento per un pranzo veloce, una cena in compagnia o una “abbuffata” in stile “all you can eat”. Esistono diversi tipi di sushi come gli “uramaki”, gli “hosomaki”, ed i “futomaki”, la cui composizione cambia per la grandezza, gli ingredienti e la disposizione all’interno; inoltre, nei ristoranti giapponesi non va confuso il sushi con il sashimi, dato che quest’ultimo è esclusivamente a base di pesce crudo, senza l’unione di riso ed alghe come nel primo caso.

Il Sushi in pausa pranzo

Il cibo giapponese è diventato così popolare da sostituire i ristoranti di pesce tradizionali ed addirittura, a volte, il nostro primo piatto nazionale: la pasta.

Molte catene della grande distribuzione hanno cercato di adeguarsi a questa tendenza prevedono uno spazio dedicato alla preparazione di sushi da asporto, infatti molte persone preferiscono consumare il cibo giapponese comodamente a casa o in ufficio, con il take-away, piuttosto che concedersi un’uscita al ristorante giapponese, e questo vale anche per la cena.

Nelle pause di lavoro tra colleghi spesso si cerca di “evadere” dai pensieri dell’ufficio concedendosi un’ora di pausa pranzo al ristorante ma affinché l’uscita quotidiana non rappresenti un problema per le finanze personali si possono utilizzare i buoni pasto. La maggioranza dei ristoranti giapponesi accettano i buoni pasto. Che si tratti di un’uscita a pranzo o di una cena fuori, di un acquisto al supermercato o di un Take Away, nelle principali città italiane è sempre diffusa l’abitudine di pagare con buoni pasto.

Potrebbe interessarti anche Come funzionano i buoni pasto

Articoli recenti:

Non hai trovato ciò che cercavi? sei interessato a un prodotto o servizio per la tua impresa? Top Partners offre un servizio gratuito di consulenza per rispondere alle tue esigenze e farti risparmiare.

Compila il form per maggiori info.

Seguici sui social:

A cosa serve Top Partners:

Se ti è piaciuto l'articolo e vuoi condividerlo su i tuoi social clicca sulle icone in basso:

Desideri ricevere maggiori informazioni?

Richiedi una consulenza personalizzata per la tua azienda. Compila il form per essere contattato da un nostro consulente qualificato, ricevere consigli e un’analisi precisa in base ai bisogni della tua azienda.

Vuoi maggiori informazioni?

Scopri le nuove offerte e le tante opportunità di risparmio per la tua impresa.

Per maggiori info compila il form